Il Principio del Mentalismo

Il Principio del Mentalismo

Tutto è Mente, la Mente è il Tutto!

 

Iniziamo da qui per cercare di descrivere e comprendere uno dei testi più famosi e popolari rigurdo l’Ermetismo.

Il Kybalion è una raccolta di aforismi che descrive i fondamenti su cui l’Universo si basa e attraverso i quali possiamo comprendere e affrontare il cammino sulla terra. Non se ne conosce la fonte certa, così come non si conosce quella di ogni libro Iniziatico e/o Sacro da Patanjali, a Pitagora, dai Veda alla Bibbia, ecc.. ma viene direttamente imputato alla scuola di Ermete Trismegisto (tre volte grande) che divenne poi il Dio Ermes …il messaggero degli Dei.

« I principi ermetici sono sette. Colui che ne ha conoscenza possiede la chiave magica con la quale si aprono tutte le porte del tempio ».

IL «KYBALION»

IL PRINCIPIO DEL MENTALISMO

« Tutto è mente – L’Universo è mentale »

IL «KYBALION»

« Alla base e più in là dell’universo del tempo, dello spazio e delle mutazioni, si trova la verità fondamentale, la realtà sostanziale ».

IL «KYBALION»

Partiamo dalla definizione di Assoluto e Relativo nel nostro Universo. Siamo abituati a pensare ad un Dio/Tutto umanizzato e vicino alle problematiche umane. Mai consideriamo però che ciò che chiamiamo Padre, o Essere Divino, o Dio… perché un nome non l’ha, è una manifestazione vivente del già creato. Il Dio dei nostri padri è un Dio manifestato che ha sede nel SOLE, che è la massima potenza del nostro sistema Solare. Questo è il Dio relativo, colui che mostra la massima potenza polare positiva (vedremo nei prossimi articoli cosa si intende) nel nostro sistema.

L’Assoluto invece è inafferrabile, non Lo coinvolge l’inizio e la fine, li contiene in Se, non Lo riguarda “il nato e non nato” Esso è, punto. Sostenerne un’idea è già di per se molto difficile, afferrarne il senso molto improbabile in quanto la nostra mente non riesce ad astrarsi a tanto, vorrebbe dire impazzire considerando il nostro attuale uso del cervello.

Il Tutto/Assoluto per sua natura contiene e non contiene, è Tutto ed è Nulla. Nessuna parola che l’uomo possa pensare è adatta a contenere ciò che E’. Esso permane nella quiete che è comunque movimento, vibrazione…in permanenza. Se riusciamo a considerare che noi siamo parte di questo Tutto allora, ci rendiamo conto che siamo non fuori da Lui ma al suo interno, che non c’è distanza nonostante la percezione è di lontananza straordinaria. Questa distanza viene colmata con il Lavoro su se stessi. Quindi noi tutti siamo all’interno della sua manifestazione che è all’interno della sua Mente, pertanto tutto è Mente.

Questa manifestazione procede da Lui verso il “basso” diminuendo nella caduta la vibrazione fino a creare la materia sempre più densa; più è lenta la vibrazione, più l’energia sembra ferma così come se è molto veloce, la materia sembra ferma, una ruota che gira velocissima sembra ferma e senza forma all’interno…

Ogni strato di manifestazione è sottoposto a Leggi, maggiore è la solidificazione della Materia, maggiori sono le Leggi sotto cui risiede, una sorta di burocrazia divina.. Sino ad arrivare a noi che sottostiamo appunto alle Leggi della Natura… Natura che dovremmo trascendere per poter evolvere. Questo vuol dire che la Realtà che viviamo non è Reale? No! Questo è un errore concettuale sotto cui molti cadono perdendo il senso del Lavoro su se stessi e del Sacro. Tutto è reale ma anche questo in base alle Leggi di appartenenza. La domanda corretta che bisogna porsi è come sfruttare tale realtà, ovvero come usare queste Leggi a nostro vantaggio per poterle trascendere; ma soprattutto quali sono le cose davvero Importanti in questo stato di Realtà.

Alla fin fine ogni tradizione iniziatica rivela la stessa realtà, tutto è Uno e l’Uno è tutto, ma noi ne siamo distanti anni luce ed è necessario un Lavoro di riunificazione per poter percepire appena una parvenza di verità.

 

scritto da: Cristina Lombardi

operatrice e insegnante Shiatsu
operatrice Tuina
insegnante Yoga e Ginnastica Posturale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *